l'Associazione Cranio-Sacrale Upledger Italia E.T.S.

CSBA
CST & SER IN BIO-ACQUATICA

Requisiti: il corso è aperto a chi ha già concluso il corso SER 1 - PRIMO LIVELLO DI RILASCIO SOMATO-EMOZIONALE.

Prerequisiti: lettura dei testi didattici sotto elencati.

- titolo TU E IL TUO MEDICO INTERIORE
autore John E. Upledger; editore BioGuida Edizioni.
- titolo TERAPIA CRANIO-SACRALE, TEORIA E METODO;
autore John E. Upledger; editore BioGuida Edizioni.
- titolo TERAPIA CRANIO-SACRALE, OLTRE LA DURA MADRE;
autore John E. Upledger; editore Marrapese.
- titolo RILASCIO SOMATO-EMOZIONALE E OLTRE, IL TRAUMA E LA MENTE; autore John E. Upledger; editore BioGuida Edizioni.
  • Durata: 4 (quattro) giorni.
  • Iscrizione: almeno 30 giorni prima della data d’inizio del corso.
  • Chiusura delle iscrizioni: 10 giorni lavorativi prima della data d’inizio del corso.
  • Struttura del corso: parte teorica, parte dimostrativa, parte pratica (anche in acqua) supervisionata.
  • Attestati: Attestato Upledger Italia (per la partecipazione al corso specifico).
  • Argomenti trattati: leggi il contenuto di questa pagina (subito di seguito al calendario se presente).
  • Sede, orari, modalità di iscrizione: leggi tutto nel modulo di iscrizione (cliccando l’icona del PDF se presente)
    in corrispondenza alla data scelta (se presente nel calendario) tra quelle segnalate per questo corso.
  • Crediti ECM: questo corso non ha crediti ECM.

Avvertenze:

  • per qualunque informazione in merito alla logistica del corso, fa fede quanto riportato nel modulo di iscrizione specifico inserito nel calendario dei corsi (a meno di successive e diverse comunicazioni spedite via mail, o pubblicate sul sito web dall'Upledger Italia);
  • gli orari ed il protocollo del corso vanno interamente rispettati ai fini dell'ottenimento dell'Attestato Upledger e dei Crediti ECM (se spettanti e ove previsti);
  • I termini terapeutici usati nella descrizione dei corsi, sono riconducibili ai protocolli internazionali e agli Abstract ove utilizzati per l'accreditamento ECM dei corsi stessi.

Al momento questo corso non è in programmazione

Il Corso CSBA – Tecnica Cranio-Sacrale Bio-Acquatica e Acquamotricità è un corso di specializzazione e aggiornamento che si apre dal livello SER 1 (Rilascio Somato-Emozionale - 1° livello) in poi e dunque si sviluppa attraverso l’applicazione della Tecnica Cranio-Sacrale (che per brevità chiameremo qui di seguito CST) nella modalità del Rilascio Somato-Emozionale (che per brevità chiameremo qui di seguito SER). Le tecniche acquatiche della CST sono tecniche che ripristinano la corretta omeostasi dell’organismo usando l’elemento acqua in quelle situazioni in cui il corpo presenta delle difficoltà croniche e dove attraverso la fusione con l’acqua e la mancanza di gravità ritrova un suo equilibrio. Le tecniche acquatiche della CST sono tecniche che ripristinano la corretta omeostasi dell’organismo usando l’elemento acqua in quelle situazioni in cui il corpo presenta delle difficoltà croniche e dove attraverso la fusione con l’acqua e la mancanza di gravità ritrova un suo equilibrio. È una tecnica utilissima per gli operatori che adottano delle tecniche manuali con le quali aiutano il meccanismo auto-correttivo del corpo a ritrovare un suo equilibrio, soprattutto in persone che hanno difficoltà ad essere trattate ambulatorialmente nel modo tradizionale (sul lettino), ad esempio a causa di forti dolori, o impossibilità a muoversi. L’elemento acqua supera alcune delle barriere imposte dalla fisicità del corpo e dell’ambiente esterno e, di conseguenza, gli utenti/pazienti possono assumere posizioni utili e più consone per il trattamento. Il corpo ha il 75% di fluidi e si amalgama nell’acqua e ritrova un suo equilibrio naturale. L’acqua “accomoda”, poiché il corpo galleggia in acqua; l’operatore può, quindi, intervenire supportando il corpo nei suoi movimenti naturali. Il corpo dell’utente/paziente, posto nell’acqua in una diversa percezione della forza di gravità, si posizionerà spontaneamente mostrando all’operatore esperto, che ne sa leggere il “linguaggio” e ne sa interpretare i movimenti nell’acqua, il punto preciso della sua tensione anomala. La capacità dell’operatore farà in modo da intervenire sfruttando l’assenza di barriere mentre sostiene il paziente a galla. Il percorso acquatico si inserisce, quindi, nel percorso cranio-sacrale con la funzione di implementare la conoscenza teorico-pratica sulle tecniche della CST - Tecnica Cranio-Sacrale e del SER - Rilascio Somato-Emozionale. L’acqua riveste un significato profondo, essendo il primo ambiente vitale del nostro corpo ed il suo utilizzo è una metodologia in linea con l’esigenza di mantenere o recuperare un rapporto diretto con il corpo e le sue funzioni. L’integrazione della CST Tecnica Cranio-Sacrale con l’elemento acqua, soprattutto per la risonanza che l’acqua può avere a livello cellulare, è rilevante e significativa. La sua azione di riequilibrio dell’omeostasi dell’intero organismo, si esplica attraverso stimolazione di parti del corpo che attivano, come risposta, meccanismi fisiologici. L’acqua viene vista anche come possibile completamento in un’attività rieducativa postuma ad un trauma in un recupero funzionale. È un regolatore dello stato emozionale in quanto nell’acqua il nostro corpo si rilassa e allenta le sue difese, permettendo un lavoro di ricerca di alterazioni tissutali e fasciali molto più affinato e profondo, facendo in modo che le tecniche adottate ne potenzino il risultato. Questa tecnica è di supporto nell’affrontare problematiche fisiche ed emotive legate all’ottimizzazione della prestazione ed alla ricerca del processo di auto-guarigione. Inoltre è un grande strumento di lavoro anche su persone con problemi di disabilità sia cognitive sia fisiche, poiché aiuta e facilita la loro motricità e la capacità di interazione con “l’altro”. Il lavoro pratico in acqua che si effettua durante il corso, permette di convertire le tecniche di valutazione e trattamento cranio-sacrale normalmente usate all’interno di un ambulatorio per scopi preventivi, rieducativi e funzionali al benessere della persona. L’acqua si pone come conduttore e tramite, per avere un accesso più naturale alle alterazioni corporee, in quanto vi è “assenza” di gravità.  

COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI: Il corso ha l’obiettivo fornire le conoscenze e le basi per poter effettuare valutazione e trattamento in ambiente acquatico. Il programma proposto in questo specifico corso, dà la possibilità all’operatore cranio-sacrale di valutare e trattare, in un ambiente favorevole come l’acqua, le possibili anomalie e alterazioni fisiche e l’eventuale somatizzazione di un disagio fisico e/o emotivo, essendo l’acqua un “regolatore” dello stato emozionale.  

COMPETENZE DI PROCESSO: La conoscenza della CST e del suo sviluppo nella modalità del SER, nel contesto fisico-anatomico e somato-emozionale, nel campo di applicazione acquatico, aumenta comunque le competenze professionali di ogni singolo operatore, ne ottimizza le prestazioni ed apporta degli apprezzabili risultati rieducativi e funzionali.

La Tecnica Cranio-Sacrale, CranioSacral Therapy, avendo come obiettivo il benessere, non è professione sanitaria e non svolge attività riservate esclusivamente alle professioni sanitarie. In questo senso il termine "terapia - therapy" non è inteso in un'accezione strettamente sanitaria, bensì in riferimento alla nozione estensiva di "salute" (e quindi inevitabilmente anche di "terapia") così come formulata dall'OMS: "stato di completo benessere fisico, emotivo, psichico e sociale e non semplice assenza di malattia". Se la salute viene definita in questa maniera è inevitabile che il suo raggiungimento o il suo ripristino non possa passare esclusivamente per la funzione delle professioni sanitarie. La CST è pertanto anche impiegata in ambito sanitario come risorsa complementare e aggiuntiva, sempre e comunque su indicazione e sotto la responsabilità di personale sanitario, in linea con la sua storia e la sua tradizione e sempre nel merito delle specifiche competenze, conoscenze e abilità di ciascuna professione (sanitaria o non ordinistica).

La materia appresa durante i corsi è da considerarsi un'esperienza di formazione culturale ovvero professionale. La sua applicazione è consentita ai professionisti sanitari e l'applicazione da parte di professionisti non ordinistici è subordinata e regolamentata dalla legge nazionale 4/2013.
L'Associazione "Cranio-Sacrale Upledger Italia E.T.S." è un'Associazione. Pertanto per poter partecipare ai corsi, eventi e attività dell'Upledger Italia occorre esserne associati e conoscere, approvare e rispettare le normative del suo Statuto.