UPLEDGER ITALIA - Accademia Cranio-Sacrale

UMAC 1
CST E LO SVILUPPO DEI MERIDIANI
LIVELLO 1

Requisiti: il corso è aperto a chi ha già concluso il corso CST 2 - SECONDO LIVELLO DI TECNICA CRANIO-SACRALE

Prerequisiti: lettura dei testi didattici sotto elencati.

- titolo TERAPIA CRANIO-SACRALE, TEORIA E METODO;
autore John E. Upledger; editore BioGuida Edizioni.
- titolo TERAPIA CRANIO-SACRALE, OLTRE LA DURA MADRE;
autore John E. Upledger; editore Marrapese.
  • Durata: 4 (quattro) giorni.
  • Iscrizione: almeno 60 giorni prima della data d’inizio del corso.
  • Chiusura delle iscrizioni: 30 giorni lavorativi prima della data d’inizio del corso.
  • Struttura del corso: parte teorica, parte dimostrativa, parte pratica supervisionata.
  • Attestati: Attestato Internazionale Upledger (per la partecipazione al corso specifico).
  • Argomenti trattati: leggi il contenuto di questa pagina (subito di seguito al calendario se presente).
  • Sede, orari, modalità di iscrizione: leggi tutto nel modulo di iscrizione (cliccando l’icona del PDF se presente)
    in corrispondenza alla data scelta (se presente nel calendario) tra quelle segnalate per questo corso.
  • Crediti ECM: questo corso ha ottenuto 34,5 Crediti ECM, nel 2013.

Avvertenze:

  • per qualunque informazione in merito alla logistica del corso, fa fede quanto riportato nel modulo di iscrizione specifico inserito nel calendario dei corsi (a meno di successive e diverse comunicazioni spedite via mail, o pubblicate sul sito web dall'Upledger Italia);
  • gli orari ed il protocollo del corso vanno interamente rispettati ai fini dell'ottenimento dell'Attestato Upledger e dei Crediti ECM (se spettanti e ove previsti);
  • I termini terapeutici usati nella descrizione dei corsi, sono riconducibili ai protocolli internazionali e agli Abstract ove utilizzati per l'accreditamento ECM dei corsi stessi.

Al momento questo corso non è in programmazione

Premessa

UMAC - Unwinding Meridians: Applying Acupuncture Principles to CST - è un corso che unisce i principi della CST a quelli della Medicina Tradizionale cinese.

Ad essere portati in primo piano, in questo corso, sono i Meridiani, sui quali si potrebbero spendere pagine e pagine di descrizione, ma noi qui ci limitiamo a identificarli come canali energetici, come delle linee composte da punti tra i quali scorre l'energia vitale.

Sentire il ritmo cranio-sacrale attraverso un punto del nostro corpo, è un modo semplice per comunicare con le energie di quel punto ed anche con il suo meridiano.

Con solo un contatto leggero delle dita sulla pelle, si è in grado di percepire il ritmo cranio-sacrale. Di solito il suo normale ciclo è di sei secondi, dei quali tre secondi di espansione e tre secondi di contrazione.

Una volta che si può "sentire" il ritmo cranio-sacrale, diventa possibile comunicare con il suo flusso.

Allo stesso modo anche il movimento degli "agopunti", o punti di digitopressione, che si trovano sul percorso dei meridiani, può entrare a far parte della vostra consapevolezza.

Una volta che entrate in sintonia con il ritmo di un punto, è possibile concentrarsi sugli altri punti del Meridiano interessato e prendere coscienza dei loro movimenti individuali.

Questa consapevolezza ci porta ad apprendere anche le tecniche necessarie a "liberare" eventuali blocchi energetici (che sono legati a determinati organi corrispondenti) che impediscono il flusso energetico nell'organismo.

"Districare" i Meridiani, ad esempio, è sempre stato molto utile per i problemi muscolo-scheletrici, problemi di organi e anche a squilibri sistemici.

Questo corso partecipa all'accreditamento ECM (Educazione Continua in Medicina) del Ministero della Salute Italiano.

Abstract

Oggi la tutela della salute della popolazione e la sostenibilità dei trattamenti si devono sempre più basare sulla centralità del paziente: nella scelta delle cure, nell'attenzione delle istituzioni al bisogno sociale di "umanizzazione della medicina", una "medicina centrata sulla persona" (Roberti Di Sarsina P. 2012).

Anche l'ICF dà una visione olistica dell'uomo in riferimento alla descrizione della salute e degli stati ad essa correlati, in cui il benessere è letto in funzione dell'integrazione tra gli aspetti fisico, mentale, ambientale e personale (emotivo e spirituale vengono nominati ma non classificati.)

Proprio nella ricerca di valutare il paziente nella sua totalità le più aggiornate tecniche riabilitative spesso integrano le conoscenze della Medicina Convenzionale Occidentale con le teorie di Medicine Tradizionali.

Negli ultimi anni nel mondo della fisioterapia, ad esempio, ha preso piede la valutazione dei trigger point del dolore miofasciale il cui trattamento permetterebbe di alleggerire una grossa percentuale di dolori osteoarticolari e non solo.

Sono state proprio le analogie che potevano causare una certa confusione ad indurre Bauer ed Heine ad indagare sulle similitudini. Sulla base dei lavori del gruppo di Melzack, era già stato evidenziato che, nel 71% dei casi, i trigger points erano coincidenti con i punti dell'agopuntura, e secondo Heine, nell'82% dei casi i punti dell'agopuntura coincidevano con fasci vascolari e nervosi anatomicamente definibili.

Negli ultimi anni sono stati fatti diversi esperimenti mediante l'impiego della RMF stimolando gli specifici punti dei meridiani e rilevando specifiche variazioni delle immagini funzionali a livello della corteccia cerebrale. Altre ricerche hanno dimostrato che la stimolazione di tali punti inducono la liberazione di endorfine e sostanze endogene morfino-mimetiche che dimostrano l'effetto analgesico su base oggettiva e riproducibile.

Purtroppo spesso vengono date per assodate le conoscenze di Medicina Tradizionale Cinese che sottendono alle tecniche riabilitative in maggiore espansione, mentre riteniamo che sia necessaria una conoscenza più approfondita per poter mettere in essere un confronto costruttivo tre le due culture, tenendo sempre presente che il paziente ha diritto a cure scientifiche e certe.

Il programma del corso vuole essere quindi un'occasione per creare approfondimento, sinergia, collaborazione, scambi di opinioni, punti di incontro tra i medici e fisioterapisti su come influiscono le Medicine Complementari nell'attività riabilitativa della CST.

Il taglio dell'evento è volutamente teorico/pratico, riteniamo, infatti, fondamentale che questa occasione di incontro possa fornire dei concreti punti di riferimento, spunti e nuove prospettive per la pratica quotidiana e la continua attività di ricerca di ciascun professionista e partecipante.

Elementi salienti del programma:

  • Terapia fasciale e Medicina Tradizionale: complementarietà ed integrazione.
  • Meridiani o canali energetici
  • Punti di tonificazione e dispersione dei 12 Meridiani principali
  • I quattro punti che comandano l'energia
  • Trattamento dimostrativo (CST) ed integrazione dei punti in tonicità e dispersione con domande e discussione sull'utilizzo dei punti
  • Trattamento di bilanciamento mediante l'utilizzo dei punti in tonicità e dispersione
  • Trattare gli otto meridiani supplementari in gruppi di 2 o 3.
  • Horse Stance - Tecnica di " riequilibrio energetico"
  • Individuazione sul corpo della traccia principale dei Meridiani
  • Conception and Governing Vessels
  • Valutazione lingua
  • Punti del torace e dell'addome anteriori, punti del dorso posteriori
  • Correlazione tra i Cinque Elementi e le Emozioni
  • Ritmo cranio sacrale, esempio Sì / No
  • Visualizzazione dei Meridiani: individualmente e insieme
  • Dimostrazione di CST mediante l'utilizzo dei Punti correlati alle emozioni.
  • Test e trattamento dei punti anteriori e punti posteriori
  • Tele Officials (meridiani tendino-muscolari); approfondimento sui meridiani
  • L' energia vibrazionale
  • Campi magnetici
  • Righello del Corpo
  • Punti influenti (8)
  • Correlazioni col Ritmo cranio sacrale
  • Dimostrazione dell'utilizzo dei punti influenti nella CST
  • Righello del Corpo, Parti del Corpo, Energia intenzionale
  • Sessione Domande e Risposte
  • Test e Trattamento degli otto punti influenti e dei Meridiani con modalità appropriate
  • Organi e visceri: Vescica biliare, Cervello, Utero, Ossa, Midollo e vasi sanguigni
  • Punti di sblocco superficiali dell'energia o luoghi di convergenza tra sangue ed energia
  • Integrazione della CST e gli agopunti dei meridiani: Panoramica del corso
  • Trattamento di bilanciamento mediante le nozioni acquisite nel corso e l'utilizzo degli agopunti.

Finalità del processo formativo

Il corso è stato progettato per avvicinare gli operatori ad aspetti quali la definizione di Meridiani e di punti di digitopressione (agopunti) come correlazione con il sistema fasciale e l'individuazione dei punti in restrizione di movimento (o di restrizione fasciale) e lo sblocco di un punto dove si trova una tale restrizione.

Ci si propone quindi di approfondire le tecniche di individuazione delle restrizioni fasciali ed il collegamento alla funzionalità degli organi ad esse corrispondenti, attraverso ulteriori letture terapeutiche e valutazioni, rimarcando l'importanza degli approcci multidisciplinari tra le terapie e le tecniche manuali e sviluppando il concetto che queste possono:

  • individuare, informare e modulare l'equilibrio metabolico cellulare e la capacità di autoregolazione dell'organismo;
  • fornire informazioni sui punti di attivazione dell'azione terapeutica in corrispondenza alla restrizione fasciale ed all'organo ad essa corrispondente, seguendo il parametro basato sull'individuazione del punto di interruzione del flusso energetico;
  • tendere a dare un apporto attraverso metodiche complementari, come il riequilibrio energetico.

Conformemente a tali finalità, il corso prevede sia lezioni magistrali sia esercitazioni pratiche per l'acquisizione della capacità di valutazione funzionale e delle abilità manuali per l'esecuzione dei trattamenti.

Obiettivi del corso

Competenze Tecnico Professionali

L'obiettivo del corso è quello di rendere consapevoli i discenti della funzionalità dei punti di digitopressione e dell'evidenza degli specifici punti dei meridiani nell'applicazione della CST.

Competenze Di Processo

L'intervento si propone vari obiettivi: innanzitutto creare informazione riguardo all'approccio alla Medicina Tradizionale Cinese ed alla filosofia che la guida; evidenziare e carpire i punti di congiunzione e complementarietà sottolineandone la reciproca utile interazione attraverso il confronto tra medici e terapisti sulle metodiche utilizzate, i protocolli adottati ed i risultati riscontrati attraverso le prove pratiche.

Competenze Di Sistema

L'applicazione della tecnica Cranio-Sacrale sviluppa la capacità dei professionisti sanitari all'ascolto e alla conoscenza del paziente attraverso il linguaggio non solo verbale ma aptonomico del tocco, determinando sicuramente un più alto livello di umanizzazione delle cure. Il fine è quello di creare un approccio alla "PERSONA" integrato e sistemico e il pensiero causale e la valutazione globale divengono fulcri indiscutibili in tale contesto.

Metodologia del corso

La trasmissione della conoscenza è organizzata in modo che i partecipanti possano acquisire le nozioni teoriche e pratiche che consentono la presa in carico del paziente ponendo ogni terapista in condizione di costruire l'azione d'intervento.L'evento prevede:

  • lezioni frontali e laboratorio pratico per acquisizione abilità tecnico-manuali
  • Parte pratica sulle tecniche manuali svolte sotto controllo del docente.
  • Ai discenti verranno consegnate dispense cartacee e consigliati testi di approfondimento della metodologia proposta dal Dott. John Upledger.

Gli organizzatori e i responsabili

  • L'organizzazione: APSER Associazione di Professionisti di Rilascio Somato-Emozionale SER
  • Recapiti: Piazza S. Antonio Nuovo 6 - 34122 Trieste
  • Tel. (0039) 040 3498585
  • fax (0039) 040 3487729 - (0039) 040 3487121
  • e-mail ti.ailatiregdelpu@uaf
  • Responsabile didattico: Dott. Diego Maggio BSc (Hons), D.O., CST-D.

Modalità di iscrizione

  • Per iscriversi occorre essere soci dell'associazione "Facilitatori Associati Upledger" e quindi occorre essere a conoscenza delle norme del suo Statuto, del Codice deontologico e del Regolamento Interno.
  • Accertarsi presso la segreteria dell'Associazione, dell'effettiva disponibilitŕ dei posti prima di dar luogo all'iscrizione.
  • L'iscrizione viene ritenuta valida solo se conforme a quanto espresso nel modulo di iscrizione specifico per ogni corso.
  • Le iscrizioni si chiudono inderogabilmente 10 giorni prima dell'inizio del corso (a meno di disposizioni diverse espresse nei moduli di iscrizione).
  • Accertarsi rispetto all'avvenuta ricezione della propria iscrizione presso la segreteria dell'Associazione.
  • Le modalità di iscrizione e pagamento sono esposte sull'apposito modulo di iscrizione al corso.

Avvertenze importanti

  • I corsi potrebbero subire variazioni di luogo e data: verificate gli aggiornamenti sul calendario del sito.
  • È previsto un numero massimo di partecipanti ad ogni corso: iscrivetevi per tempo.
  • I corsi detti "in house" possono diversificarsi nelle modalità di iscrizione, nei costi e nei crediti ECM.
  • È prevista dagli Organi Direttivi dell'Associazione, un'Assicurazione obbligatoria che tutela operatore ed utente nell'applicazione della metodica appresa.

La Tecnica Cranio-Sacrale, CranioSacral Therapy, avendo come obiettivo il benessere, non è professione sanitaria e non svolge attività riservate esclusivamente alle professioni sanitarie. In questo senso il termine "terapia - therapy" non è inteso in un'accezione strettamente sanitaria, bensì in riferimento alla nozione estensiva di "salute" (e quindi inevitabilmente anche di "terapia") così come formulata dall'OMS: "stato di completo benessere fisico, emotivo, psichico e sociale e non semplice assenza di malattia". Se la salute viene definita in questa maniera è inevitabile che il suo raggiungimento o il suo ripristino non possa passare esclusivamente per la funzione delle professioni sanitarie. La CST è pertanto anche impiegata in ambito sanitario come risorsa complementare e aggiuntiva, sempre e comunque su indicazione e sotto la responsabilità di personale sanitario, in linea con la sua storia e la sua tradizione e sempre nel merito delle specifiche competenze, conoscenze e abilità di ciascuna professione (sanitaria o non ordinistica).

La materia appresa durante i corsi è da considerarsi un'esperienza di formazione culturale ovvero professionale. La sua applicazione è consentita ai professionisti sanitari e l'applicazione da parte di professionisti non ordinistici è subordinata e regolamentata dalla legge nazionale 4/2013.
L'Upledger Italia - Accademia Cranio-Sacrale è un'Associazione. Pertanto per poter partecipare ai corsi, eventi e attività dell'Upledger Italia occorre esserne associati e conoscere, approvare e rispettare le normative del suo Statuto.